Vinile

20110724-184746.jpg
La puntina scruffia rumori tra suoni. Si smuove nel corpo la forza di tempo. Nuova trasformata, matura. Mi spoglio e ballo, svuotando di ogni inibizione il vaso che si è fatto corpo raccogliendo in questi anni storie e momenti stratificati, come ere di pietra, come cerchi di alberi cresciuti anche oltre il loro tempo. Afferro quell’onda emotiva e la faccio mia, la traspongo nel mio nuovo mondo, la posseggo e la proietto altrove per poi riavvolgermi in essa come nel mantello di ciò che resta.
È cambiato il mondo? Cambia il mondo? Il tempo trasforma o rinnova? O forse siamo solo le stesse ingenue fiamme di speranza che ad ogni ventata di ossigeno prendono forza e per cui ogni nuovo legno da bruciare è una emozione da vivere, un amante da infuocare.

Gira il vinile nel suo piatto, e come gli anni che gli appartengono, graffia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: