Archivi tag: Topo

Il Topo e il Drago

IMG_9030.JPG

“Chi ti ha autorizzato a camminare per il mio regno, piccolo miserabile topo!”. Il drago spalancò le fauci per serrarle poi improvvisamente con un clangore metallico. Uno sbuffo di fumo filtrò dalla sua dentatura affilata e il piccolo topo per un attimo trasalì. Poi si fece coraggio e con voce sottile gli rispose.
“Stavo solo cercando il mio Songbird signor Drago, non volevo infastidirla, né scorrazzare per le sue terre senza autorizzazione… davvero…”
“Lo sai che potrei farti volare da questa ringhiera con un solo soffio, piccolo ratto impertinente?! E poi perché staresti cercando un songbird?” gli rispose il drago avvicinando il suo caldo muso alla testa del Topo “forse ci vorresti fare colazione? Sai sono molto buoni gli uccellini a colazione… dovresti vedere come caaaaantano…”
“Non cerco UN songbird” disse il Topo “cerco il Mio Songbird! L’ho perso tra le campagne di Boscafrati nel Molise. E per chiarezza, non sono un cannibale, io mangio solo formaggio e verdure”.
“AAAh!Ah! Ah!” Il Drago scoppiò in una fragorosa risata. “Un Topo vegetariano, questa è bella davvero! La devo raccontare ai miei pipistrelli! Ah, Ah, Ah!” Poi si interruppe e guardò il topo fisso nei piccoli occhi. “Miky Mouse, sei fortunato, ho già pranzato oggi e forse mi sei anche simpatico, per ora… non ti mangerò quindi, per ora… ma di uccelli canterini non ne so nulla. E ora fila via dal mio territorio prima che cambi idea!”
“La prego signor Drago, mi hanno detto che lei conosce tutti qui attorno, magari potrebbe indirizzarmi da qualcuno che sappia darmi qualche indicazione?” riprese imperterrito il piccolo Topo.
“Non approfittare della mia pazienza, scricciolo! Io non…” il drago si interruppe improvvisamente quando i suoi occhi si illuminarono di una luce rossastra. “Aspetta… hai detto Boscafrati… forse conosco qualcuno che viene da quei posti, una mia cara, carissima amica, che mi deve anche un favore, ma… a tuo rischio e pericolo, potresti trovarla in una delle sue giornate no, e allora…”
“Non ho paura! Sono pronto a rischiare, è questione di vita o di morte… la prego signor Drago…”
“Va bene piccola pulce pelosa e insistente. Mi piacciono i tipi caparbi. Seguimi e ti presenterò…”


Uno strano piccolo Topo

A questo punto sono convinto che ci sia qualcosa nell’aria di questo posto. Oggi è stato un piccolo topo a farci una sorpresa saltando improvvisamente anche lui dalla finestra della cucina.
Mia moglie ha cominciato a strillare, mia figlia ha sbarrato gli occhi come vedesse un mostro, io sono saltato in piedi dalla poltrona pronto a proteggere la mia famiglia dall’invasione di quel nuovo strano intruso alto poco più di due centrimeti.
“State calmi” ho detto, “ci sarà pur un motivo per tutto questo…”
E mentre il topolino arriciava il naso e muoveva lentamente in modo flessuoso la coda, mi sono avvicinato a lui con circospezione e con voce tremolante gli ho sussurrato:
“Buo… Buongiorno signor topo… minitopo… insomma topolino; siamo contenti che sia venuto a trovarci… possiamo fare qualcosa per lei… che so, gradirebbe un biscotto, un pezzo di formaggio…”
Questa volta è stata mia figlia a fotografarlo con l’ipod mentre si stropicciava le zampe anteriori, sbatteva le piccole orecchie e con una voce stridula squittiva:
“Avete per caso visto passare di qui un Songbird?”

IMG_8938.JPG


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: